Category Archives: Centro Giovani Porto Azzurro

Il 1° Maggio con i giovani

PORTO AZZURRO. Un Primo Maggio all’aria aperta seguendo un programma curato dal Centro giovani Porto Azzurro, organizzazione della Pubblica assistenza portoazzurrina.
Il tutto all’interno del parco giochi «Amadeus» di Porto Azzurro, un programma iniziative ricreative, sportive, musicali e culinarie per tutti, grandi e piccole.
Questo il calendario della giornata:: alle 9: apertura del parco divertimenti e prove di qualificazione di modellismo; alle 10,30 partite di qualificazione torneo di calcetto; alle 11,30 dimostrazione di tiro con l’arco con l’associazione “Arcieri del Mare”; alle 11,45 partita di calcetto per i nati negli anni 88/89.
Dalle 12,30 alle 15 pausa pranzo con l’apertura del ristorante, della pizzeria e con vari giochi di trattenimento per tutti. Nel pomeriggio dalle 15 inizia lo spettacolo musicale con il complesso “I Fantasy”; alle 15,30 prove e gare di tiro con l’arco; alle 16 finale del torneo di calcetto; alle 17 gara di modellismo e per finire merenda con pancetta e baccelli per tutti.
Per partecipare alle gare e per prenotare la giornata del Primo Maggio telefonare alla segreteria del Centro Giovani Porto Azzurro.

Un Bonsai per ANLAIDS

Si svolgerà Venerdi 29, Sabato 30 e Domenica 31 Marzo la manifestazione nazionale “Un Bonsai contro l’AIDS” promossa in oltre 2700 piazze di tutta Italia dalla “ANLAIDS” Associazione Nazionale per la lotta contro l’AIDS diretta dal noto Immunologo Professor Aiuti.

Oramai è dal 1993 che l’associazione effettua la raccolta di contributi, offrendo in cambio il simpatico “Bonsai” simbolo della costanza e della speranza contro la malattia del secolo.

Grazie a questi finanziamenti è stato possibile sostenere il Progetto italiano sul vaccino contro l’AIDS, condotto da Barbara Ensoli, dell’Istituto Superiore di Sanità.

Sono stati promossi Studi e ricerche attraverso 190 Borse di Studio biennali e 12 dottorati di ricerca quadriennali in Italia e all’Estero.

Sono state acquistate, ristrutturate e gestite, 10 Case alloggio per persone con AIDS in diverse regioni italiane; sono state organizzate campagne informative e di educazione alla salute, corsi di informazione per operatori, studenti, insegnanti e volontari. Sostenuto persone sieropositive attraverso interventi sanitari e gruppi di auto – aiuto e organizzare annualmente un Convegno Nazionale sugli aspetti scientifici ed etico sociali dell’AIDS.

A Porto Azzurro il punto della raccolta è in Piazza Matteotti in questo fine settimana di Pasqua dalle ore 9 alle ore 19 e saranno proprio i ragazzi del Centro Giovani Porto Azzurro, organizzazione giovanile della locale pubblica Assistenza a farsi carico della manifestazione giunta nel paese 8 anni fa.

L’invito di questi giovani è molto importante e di speranza per il futuro, affinché la numerosa partecipazione dei cittadini sia di buon auspicio per combattere tutti insieme l’AIDS.

La befana del Centro Giovani

la befana del centro giovaniPORTO AZZURROmartedì 8 gennaio 2002  Il Tirreno . Ritorno alla normalità, dopo l’abbuffata di feste, soprattutto da parte dei bambini che sono stati davvero i protagonisti delle ricorrenze a loro dedicate.
Ma con l’Epifania, tutte le feste sono state spazzate via e quindi si riprende il solito tran tran quotidiano. La Befana, quest’anno, ha visto due momenti particolari dal punto della rivisitazione tradizionale: la prima a Rio nell’Elba, la seconda a Porto Azzurro con la classica festa in cui viene dato alle fiamme il fantoccio che la ritrae. Nell’ex comune minerario, nel corso della notte tra il 5 e il 6 gennaio un gruppo di volontari, non facendosi impressionare dalle temperature rigide, si è recato ai portoni delle famiglie riesi per annunciare loro “la bella novella” e per aver in cambio dolci, schiacce e vino. A Porto Azzurro invece, il giorno stesso dell’Epifania, la simpatica vecchietta ha distribuito ai bambini presenti caramelle ed anche qualche pezzetto di carbone per i più cattivi. La manifestazione si è svolta in collaborazione con l’amministrazione di Porto Azzurro ed ha visto la sfilata della Befana per le vie del paese accompagnata dai componenti del Centro Giovani Porto Azzurro. Nello stesso pomeriggio di domenica poi ha avuto luogo, in Piazza Matteotti, la presentazione della Befana  ai bambini e al pubblico; al tramonto gli Arcieri del Mare hanno appiccato il rogo alla “Vecchietta”.

La befana del Centro Giovani

PORTO AZZURRO — Anche quest’anno il Centro giovani della Pubblica assistenza in collaborazione con l’associazione «Arcieri del Mare» e con il patrocinio dell’amministrazione comunale ha organizzato la tradizionale festa della Befana che si concluderà con l’immancabile rogo. I componenti delle due associazioni sono al lavoro da diversi giorni per preparare l’effigie in cartapesta che sarà data alle fiamme.
Il programma prevede per stasera alle 21 una prima apparizione nelle strade del centro storico di una Befana in carne ed ossa che, accompagnata dai componenti del Centro giovani, distribuirà non solo caramelle, ma anche qualche pezzetto di carbone. Domani la manifestazione avrà inizio nel pomeriggio verso le 15 con la presentazione della Befana 2002 ai bambini e al pubblico che si ritroveranno in piazza Matteotti dove, al calar del sole, è previsto l’atteso falò. Ad appiccare il fuoco scagliando alcune frecce incendiarie saranno i componenti dell’associazione «Arcieri del Mare».

Campagna antidroga

Vogliamo con questa Campagna Informativa, continuare il nostro progetto sociale per sensibilizzare i giovani come noi e gli adulti, contro l’uso delle droghe.

Devi? Devi davvero? Devi sballare? Devi per forza prendere roba per divertirti? Per assomigliare agli altri? Per sentirti te stesso? Se devi farlo, se ti senti obbligato significa che non puoi fare ciò che vuoi.

Tutto qui. Il controllo della situazione, la libertà di decidere, la tua volontà non esistono più. Invece esistono effetti che le sostanze ti lasciano addosso. Più imprevedibili. Più pesanti.

Stai per leggerli e conoscerli. Alla fine ti renderai conto che tante cose sembrano un dovere, ma non lo sono, e se ci pensi per liberarsi basta un NO.

Ecstasy: è ormai un”etichetta dietro cui si nascondono sostanze diverse, a volte ancora poco conosciute. La sostanza originale ha in parte stimolanti e allucinogeni, dà una sensazione di sicurezza e di forza del tutto illusorie, aumenta la resistenza alla fame, alla fatica e al sonno. I danni a lungo termine riguardano il sistema nervoso centrale. Ansia, irritabilità, episodi deliranti e disturbi nel sonno sono frequenti e possono persistere a lungo.

Eroina: Sostanza dotata di potente azione sedativa sul dolore fisico e mentale. Dopo un breve tempo, smettere diventa difficile perché l”organismo, ormai dipendente, sviluppa una sindrome di astinenza quasi impossibile da tollerare.

Alcool: Saperne dosare l”uso è indispensabile al fine di non determinare difficoltà nel coordinare i movimenti, linguaggio biascicato, disturbi visivi, nausea e vomito. Si stima che, sommando gli effetti delle malattie e degli incidenti stradali, ogni anno muoia circa mezzo milione di persone a causa dell’alcool.

Cannabis: E’ la droga illegale più diffusa. Determina una sensazione di rilassamento con facilità al riso e senso di fame e sete. Il suo uso può portare a una diminuzione della concentrazione e della capacità di guidare; il consumo protratto e eccessivo determina spesso stati di apatia e assenza di partecipazione.

LSD: E” un potente allucinogeno. Causa un “viaggio” che dura abitualmente 8 – 10 ore. Ma il “viaggio” può diventare drammatico per effetto di mille variabili personali e psichiche. Le esperienze con gli acidi sono tra le più imprevedibili in quanto agiscono in maniera potente sulla percezione del mondo esterno e del mondo interno.

Anfetamine: Sono potenti stimolanti che danno una forte sensazione di energia: Agiscono come l”adrenalina; aumentano la pressione sanguigna, il ritmo cardiaco e la temperatura corporea. Le anfetamine agiscono disattivando le spie d’allarme del nostro organismo (fame, stanchezza) con tutti i pericoli che ne derivano.

Cocaina: la cocaina è una sostanza potente e pericolosa. E’ “sniffata” e si tende a ripeterne l”assunzione. Nel tempo si determinano ansietà, tremori, irritabilità, disturbi nel sonno, attacchi di panico, episodi deliranti a sfondo persecutorio. La dipendenza fisica e psichica da cocaina è molto difficile da curare.

Ricorda,    Non esistono droghe senza pericoli. L”unico modo di evitare rischi è non usarle.

Centro Giovani Pubblica Assistenza Porto Azzurro