Tag Archives: giovanni aragona

Ritardo nel soccorso 118 ? Risponde Giovanni Aragona

risposta della Pubblica Assistenza Porto Azzurro

Malore, soccorso dal 118 dopo 40 Minuti…

La risposta di Giovanni Aragona Presidente della Pubblica Assistenza Porto Azzurro per rispetto dell’operato dei volontari e dell’Associazione.

 
“…In riferimento al fatto accaduto Venerdi 16 Marzo scorso a Portoferraio per un intervento in occasione di un malore di un passeggero arrivato con l’aliscafo da Cavo a Portoferraio, in difesa della associazione che rappresento e per rispetto dell’equipaggio sanitario mi preme sottolineare…”
– E’ da quando è entrato in attività il 118 all’Elba che durante la stagione invernale 15 Settembre – 15 Giugno è presente solo 1 Ambulanza con il medico 118 in tutta l’Isola, in quanto la Legge prevede 1 medico ogni 250mila abitanti. E’ sottinteso che, se il medico è occupato in altra zona dell’Isola (come è successo in quel momento) non può essere da altre parti.
– La Centrale Operativa 118 di Livorno-Pisa in caso di emergenza, invia l’ambulanza più vicina e disponibile alla zona di chiamata. Dobbiamo abituarci in tutta l’Isola di veder arrivare ambulanze da altri paesi in sostituzione di quelle del posto, non disponibili al momento.
– Le nostre ambulanze sono collegate via satellite con il 118 con relativa cartografia dove vengono registrati i vari tempi dalla chiamata all’arrivo sul posto ecc. fino alla fine missione.
– La nostra Ambulanza della Pubblica Assistenza Porto Azzurro è stata attivata dalla Centrale alle 09,14. Il mezzo e relativo equipaggio è partito dalla sede alle 09,16 ( solo due minuti; il tempo di salire, registrare e informare l’equipaggio). Siamo arrivati al porto di Portoferraio, davanti all’Aliscafo alle 09,32 cioè appena 16 minuti dopo. Posso capire che i minuti di attesa per chi aspetta una ambulanza sono “più lunghi”, ma dovete rispettare tutti noi, che ser pur con la sirena accesa dobbiamo fare 15 Km. a zig zag, tra camion, autotreni, e tante curve, automobilisti che non sentono il segnale di allarme e non vedono l’avvicinarsi dell’ambulanza o peggio ancora attaccati al telefonino. Oltre alla situazione delle strade, diciamo “asfaltate”, con relative buche e scostamenti che rendono pericoloso il transito a quella velocità. Riconosciamo che ogni volta che si parte con l’ambulanza in codice giallo o rosso, si rischia molto, per noi e per gli altri, e per questo mi permetto di difendere il nostro operato e quello di tutti gli equipaggi delle ambulanze elbane.
Malgrado tutto l’equipaggio è arrivato in tempo utile previsto per Legge (meno dei 20 Minuti) e infatti tutto è andato per il meglio.

Senza polemica per nessuno, perchè per aiutare e migliorare, le polemiche (disinformate) non servono!

Giovanni Aragona Presidente Pubblica Assistenza Porto Azzurro                                                                        

Nuovo mezzo di trasporto polivalente

mezzo polivalente di trasporto della Pubblica Assistenza Porto Azzurro

Un nuovo mezzo di trasporto polivalente per la Pubblica Assistenza Porto Azzurro.

E’ una Dacia Duster appena “arrivata” nella sede di Piazza Eroi della Resistenza, 21 a Porto Azzurro.  Acquisto è stato possibile grazie all’impegno dei volontari della Pubblica Assistenza Porto Azzurro, dei Soci e dei Donatori Sangue Anpas.

Il nuovo mezzo definito Polivalente ci permetterà di continuare i numerosi trasporti per anziani, disabili, per il sociale, per i donatori e la  Protezione Civile.

Era importante arrivare a questo primo traguardo del 2018 in quanto il mezzo polivalente sostituisce l’automedica “portoazzurro7” andata in “pensione” per “anzianità” e per i numerosi chilometri effettuati dal 2002 ad oggi.

Porto Azurro 13 entra nel parco macchine della Pubblica Assistenza Porto Azzurro e aiuterà dividendosi il kilometraggio giornaliero dei numerosi servizi, con il pulmino Doblò Sociale e la Fiat Punto.

Ancora una soddisfazione per tutti e per il Presidente Giovanni Aragona che rivolgendosi ai tutti gli Amici della Pubblica Assistenza sottolinea l’importanza dell’acquisto. “…Quando vi chiediamo di partecipare al Tesseramento, alle nostre Raccolte finanziarie, alla scelta del 5×1000 per la nostra associazione, ……ecco i risultati… Diventare Soci della Pubblica Assistenza Porto Azzurro è importante per Porto Azzurro e per l’Isola d’Elba…”

Informazioni per ogni Trasporto Sociale al tel. 0565-920202 attivo 24 ore su 24.

 

Auguri di Buon 2018

logo della Pubblica Assistenza Porto AzzurroUn felice anno nuovo per tutti.  Siamo arrivati anche alla fine del 2017 e come ogni anno si tirano le somme di quello che abbiamo fatto come Pubblica Assistenza Porto Azzurro.

E come ogni volta per l’anno passato si tiene conto delle cose che non abbiamo potuto fare (non per colpa nostra). Sono tante le idee e progetti, ma poi bisogna stare con i “piedi per terra” senza protagonismi e saper riflettere, al fine di valutare cosa è possibile fare nel 2018.
Le difficoltà di personale, le poche entrate finanziarie, la burocrazia che ha invaso anche le nostre associazioni, fanno si che oggi, anche nelle nostre piccole realtà siano un “blocco” a tanti progetti.
Malgrado tutto, personalmente dopo aver organizzato ufficialmente il primo servizio ambulanza a Porto Azzurro dal 1988, posso dire di aver “trasportato” e aiutato, insieme ai miei volontari, oltre 25mila persone non solo di Porto Azzurro ma anche degli altri comuni dell’ Isola d’Elba e tanti turisti, ricevendo apprezzamento e fiducia nel nostro servizio.
E’ questo che ogni fine anno ci porta ad andare avanti e fare sempre meglio e di più. Magari con la speranza di una maggiore collaborazione e riconoscenza dei cittadini e con più forza dai chi ci amministra a livello locale ed elbano.
Il 2018 non è ancora arrivato, ma già abbiamo numerosi progetti da “sviluppare” per una maggiore assistenza socio-sanitaria e sicurezza di Protezione Civile.
Ci sarà da “capire” la nuova Riforma del Terzo Settore” che ci coinvolgerà come associazioni di volontariato, che ancora una voltaci burocratizza ancora di piu con pochi diritti, ma tanti doveri e ulteriori responsabilità.
Sollecitare la Regione Toscana e relativa USL Nord Ovest di mettere in atto la dovuta organizzazione del trasporto sanitario con l’inserimento degli Stand-by e una più giusta turnazione tra tutte le associazioni dell’Isola d’Elba che riconosca il valore di ognuna anche nel proprio limite organizzativo, in quanto comunque, sempre ” volontariato” e non associazioni da “spremere” per il servizio o delegando in esclusiva responsabilità ai volontari e associazioni.
In qualità di Consigliere Regionale Anpas vedo ogni volta quante problematiche e quanto c’è da lottare con la Regione e organi preposti alle decisioni in difesa delle associazioni e di quello che facciamo ogni giorno.
Il sistema del trasporto sanitario emergenza 118 e ordinario sarà cambiato e spetta a noi che siamo il primo “contatto” con i pazienti del territorio, fare in modo di affrontare, segnalare, discutere nella speranza che, le Autorità preposte di dovere trovano le migliori soluzioni. Speriamo!
Ritornando alla nostra Pubblica Assistenza Porto Azzurro vorrei ringraziare veramente tutti i volontari della associazione che ogni giorno e notte si prodigano per garantire il servizio di ambulanza di emergenza 118 e i vari servizi ordinari, il trasporto sociale, la donazione del Sangue ANPAS, la Protezione Civile e poi tanta formazione e pratica perchè oggi essere Soccorritore significa “crederci” in quello che si fa e dimostrare, malgrado tutto, di AMARE LA VITA DEGLI ALTRI !
Auguri a tutti, ci vediamo nel 2018
Il Presidente Giovanni Aragona

All’ Elba si dona il sangue con le Pubbliche Assistenze

Donatori Sangue ANPAS Pubblica Assistenza Porto Azzurro

Con le Pubbliche Assistenze Anpas dell’Isola d’Elba si dona il Sangue.

Non solo con Avis (Associazione Volontari Italiani donatori Sangue), con i gruppi donatori della Fratres ma nella nostra isola si può donare il plasma anche con le Pubbliche Assistenze elbane che aderiscono al progetto ANPAS (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze), tramite il Centro Trasfusionale dell’Ospedale elbano di Portoferraio.

La proposta è stata presentata dalla Commissione donazione Sangue dell’ ANPAS Regionale Toscana coordinata da Patrizio Ugolini nella quale si è prospettato un maggior impegno sulla donazione del Sangue e plasmaferesi in tutta la Regione Toscana al fine di coprire le lacune di eventuali insufficenze di disponibilità del prezioso liquido, dove i donatori delle varie associazioni sono i primi che offrono e garantiscono il fabbisogno per ogni evenienza, dalla semplice operazione chirurgica, dalle trasfusione per malattie del sangue fino alle emergenze vere e proprie.

La questione donazione del sangue con ANPAS è stata presa in carico da Giovanni Aragona, Presidente della Pubblica Assistenza Porto Azzurro, membro della stessa “Commissione Regionale Dono del Sangue” e la proposta portata a conoscenza al Coordinamento delle Pubbliche Assistenze dell’Isola d’Elba dove si incontrano tutte le associazioni ANPAS coordinate da Paolo Magagnini.

La proposta secondo Aragona della Pubblica Assistenza Porto Azzurro, potrebbe dare un notevole slancio alla donazione del sangue, vista la presenza in ogni Comune di una Pubblica Assistenza, già impegnate nei vari servizi di ambulanza, di Protezione Civile e nel sociale.  Si tratterà ora di vedere quale Pubblica Assistenza aderirà al Progetto Donazione del Sangue ANPAS all’Isola d’Elba e ampliare la organizzazione, tramite apposita Convenzione con la ASl Toscana Nord Ovest.

All’Isola d’Elba esistono già Gruppi di donatori sangue ANPAS, come quello della Pubblica Assistenza Porto Azzurro, oramai consolidato da 25 anni (1992) e quello della Pubblica Assistenza Capoliveri. Presto verrà attivato anche quello della Pubblica Assistenza di Rio Marina.

Un impegno notevole della organizzazione regionale ed elbana dell’ANPAS che si promuoverà in iniziative pubbliche e sui social per far conoscere, riflettere e promuovere al meglio la donazione del Sangue.

Aragona nel Consiglio ANPAS

Giovanni Aragona nel Consiglio Regionale ANPAS

Il nostro Presidente Giovanni Aragona entra nell’ANPAS Regionale. Sono circa 900 le Pubbliche Assistenze in tutta Italia “nate” nel 1860 oggi sono inquadrate tutte nella legge 266/91 del Volontariato e che nel 1904 a Spoleto hanno dato vita alla odierna ANPAS Associazione nazionale Pubbliche Assistenze con sede nazionale e Regionale a Firenze in via Pio Fedi 46.   l’ANPAS riunisce 90mila volontari e oltre 300mila Soci, impegnati in vari settori di attività, facendo soccorso e assistenza pubblica, protezione civile e cultura, donazione sangue e assistenza a manifestazioni sportive, progetti di cooperazione internazionale, e con le loro organizzazioni le Pubbliche Assistenze si propongono di sviluppare una cultura della solidarietà e dei diritti; promuovere la cultura, la crescita civile e l’educazione alla cittadinanza; attivare forme di partecipazione civile; sostenere lo sviluppo di pratiche di democrazia partecipata; produrre socialità e creare comunità solidali; agire in modo diretto per la tutela, il riconoscimento e l’accesso effettivo ai diritti, sia in Italia che all’estero. 

In Toscana le Pubbliche Assistenze hanno 161 Associazioni con 247 Sedi.  Sono 106 Pubbliche Assistenze impegnate nel Sociale, con 380mila Soci, 21mila volontari, 592 ambulanze e 292 ambulanze per l’emergenza medica, 2000 volontari di Protezione Civile con 200 mezzi diretti al settore Prociv, 11mila Donatori Sangue Anpas con 43 associazioni con Gruppi Donatori ANPAS . Sono organizzati in Coordinamento ANPAS Toscana con i propri organi democratici per gestire, coordinare, promuovere difendere l’attività delle Pubbliche Assistenze toscane.

Organizzate in Coordinamenti di Zona a cui fanno parte diverse associazioni del territorio  ( la Zona dell’Isola d’Elba è coordinata da Paolo Magagnini) si autoamministrano e promuovono la loro attività di volontariato a livello regionale.

Nel Consiglio Regionale ANPAS fanno parte oltre ai coordinatori delle varie Zone ANPAS, anche gli eletti della rappreentanza delle  161 associazioni della Toscana. E’ proprio nel Consiglio Regionale che è stato inserito Sabato scorso,  Giovanni Aragona, Presidente della Pubblica Assistenza Porto Azzurro  impegnato già da oltre 30 anni nelle Pubbliche assistenze elbane e nei vari settori di attività dal Sociale, al Trasporto ambulanza  e all’emergenza 118 e alla Protezione Civile.

“…Un Grazie a tutti coloro che mi hanno votato e espresso la loro fiducia, farò di tutto per portare idee e impegno presente e futuro per l’ANPAS, (Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) a livello Regionale e rafforzare i programmi e l’attività di volontariato delle associazioni ANPAS dell’Isola d’Elba…”