Festa dei Donatori Sangue Anpas

donatori sangue anpas isola d'Elba Porto Azzurro

Premiati a Firenze i Donatori Sangue ANPAS dell’Isola d’Elba.

Si è svolto Sabato scorso il “Dai Sangue Day” la Festa Regionale dei donatori Sangue delle Pubbliche Assistenze della Toscana. Arrivata alla 24° edizione, la Festa che annualmente si svolge presso una Pubblica Assistenza della Toscana, si è svolta quest’anno nella sede dell ANPAS ( Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze) di Firenze in Via Pio Fedi 48.
Alla manifestazione hanno partecipato numerose e importanti Autorità regionali; dalla Dr.ssa Simona Carli, Direttore del Centro Regionale Sangue, che ha sottolineato l’importanza dei donatori Sangue che permettono la sufficenza della disponibilità del plasma anche in certi periodi di emergenza.
Anche le Pubbliche Assistenze hanno dato il loro contributo con i loro 28mila volontari, in 160 Associazioni Toscane e con 247 sezioni. Le tre Federazioni dei donatori del Sangue ANPAS, AVIS e FRATRES con i loro 160mila donatori, hanno permesso di raccogliere 217mila donazioni di plasma e 47mila di plasmaferisi.
Ringraziamenti ai donatori da parte di Stefania Saccardi, assessore al diritto alla salute della Regione Toscana, che ha sottolineato l’importanza delle varie associazioni di cui la Regione Toscana è “gelosa” per quanto, esse propongono in impegno e risultati in vari settori.
Anche Patrizio Ugolini Responsabile della Commissione Promozione al Dono del Sangue di ANPAS Toscana …«Vogliamo far sì che ogni volontario, nella sua formazione in Anpas, si possa acculturare anche sulla donazione del sangue, sui modi, le necessità e l’importanza che ha per la comunità . In un’organizzazione come Anpas Toscana, con migliaia di volontari impegnati tutti i giorni tra trasporti sociali, sanitari, protezione civile, prevenzione sanitaria e protezione civile nelle scuole, possono dare un segnale forte di cultura della donazione del sangue e penso sia un arricchimento per tutti»…
Anche il nuovo Presidente di ANPAS Toscana Dimitri Bettini ha sottolineato l’impegno dei volontari delle Pubbliche Assistenze non solo per i servizi quotidiani di trasporto Sociale, emergenza 118, attività anziani ecc. anche per la donazione del sangue importante per la Società a completamento della cultura personale di ogni persona. Sollecita le Autorità preposte ad ogni tipo di collaborazione per migliorare i rapporti con le associazioni dei Donatori Sangue della Toscana e trovare comuni accordi e soprattutto soluzioni per migliorare e accentuare la donazione del Plasma e derivati del Sangue.
Al “Dai Sangue Day” di ANPAS Toscana hanno partecipato oltre 150 donatori di Sangue in rappresentanza di tutti i donatori delle associazioni della Regione. Per l’Isola d’Elba erano presenti accompagnati dal Presidente Giovanni Aragona e membro della Commissione Regionale ANPAS per la Donazione del Sangue, quattro volontari del Gruppo Donatori Sangue ANPAS di Porto Azzurro: Maura Rocco e Antonella Ferrari responsabili per donazione e organizzazione, Alessandra Cinganelli per i donatori Midollo Osseo e Brunilda Selita in rappresentanze dei Donatori Sangue ANPAS nel Servizio Civile Nazionale.
Appuntamento al prossimo anno.

Ritardo nel soccorso 118 ? Risponde Giovanni Aragona

risposta della Pubblica Assistenza Porto Azzurro

Malore, soccorso dal 118 dopo 40 Minuti…

La risposta di Giovanni Aragona Presidente della Pubblica Assistenza Porto Azzurro per rispetto dell’operato dei volontari e dell’Associazione.

 
“…In riferimento al fatto accaduto Venerdi 16 Marzo scorso a Portoferraio per un intervento in occasione di un malore di un passeggero arrivato con l’aliscafo da Cavo a Portoferraio, in difesa della associazione che rappresento e per rispetto dell’equipaggio sanitario mi preme sottolineare…”
– E’ da quando è entrato in attività il 118 all’Elba che durante la stagione invernale 15 Settembre – 15 Giugno è presente solo 1 Ambulanza con il medico 118 in tutta l’Isola, in quanto la Legge prevede 1 medico ogni 250mila abitanti. E’ sottinteso che, se il medico è occupato in altra zona dell’Isola (come è successo in quel momento) non può essere da altre parti.
– La Centrale Operativa 118 di Livorno-Pisa in caso di emergenza, invia l’ambulanza più vicina e disponibile alla zona di chiamata. Dobbiamo abituarci in tutta l’Isola di veder arrivare ambulanze da altri paesi in sostituzione di quelle del posto, non disponibili al momento.
– Le nostre ambulanze sono collegate via satellite con il 118 con relativa cartografia dove vengono registrati i vari tempi dalla chiamata all’arrivo sul posto ecc. fino alla fine missione.
– La nostra Ambulanza della Pubblica Assistenza Porto Azzurro è stata attivata dalla Centrale alle 09,14. Il mezzo e relativo equipaggio è partito dalla sede alle 09,16 ( solo due minuti; il tempo di salire, registrare e informare l’equipaggio). Siamo arrivati al porto di Portoferraio, davanti all’Aliscafo alle 09,32 cioè appena 16 minuti dopo. Posso capire che i minuti di attesa per chi aspetta una ambulanza sono “più lunghi”, ma dovete rispettare tutti noi, che ser pur con la sirena accesa dobbiamo fare 15 Km. a zig zag, tra camion, autotreni, e tante curve, automobilisti che non sentono il segnale di allarme e non vedono l’avvicinarsi dell’ambulanza o peggio ancora attaccati al telefonino. Oltre alla situazione delle strade, diciamo “asfaltate”, con relative buche e scostamenti che rendono pericoloso il transito a quella velocità. Riconosciamo che ogni volta che si parte con l’ambulanza in codice giallo o rosso, si rischia molto, per noi e per gli altri, e per questo mi permetto di difendere il nostro operato e quello di tutti gli equipaggi delle ambulanze elbane.
Malgrado tutto l’equipaggio è arrivato in tempo utile previsto per Legge (meno dei 20 Minuti) e infatti tutto è andato per il meglio.

Senza polemica per nessuno, perchè per aiutare e migliorare, le polemiche (disinformate) non servono!

Giovanni Aragona Presidente Pubblica Assistenza Porto Azzurro                                                                        

Nuovo mezzo di trasporto polivalente

mezzo polivalente di trasporto della Pubblica Assistenza Porto Azzurro

Un nuovo mezzo di trasporto polivalente per la Pubblica Assistenza Porto Azzurro.

E’ una Dacia Duster appena “arrivata” nella sede di Piazza Eroi della Resistenza, 21 a Porto Azzurro.  Acquisto è stato possibile grazie all’impegno dei volontari della Pubblica Assistenza Porto Azzurro, dei Soci e dei Donatori Sangue Anpas.

Il nuovo mezzo definito Polivalente ci permetterà di continuare i numerosi trasporti per anziani, disabili, per il sociale, per i donatori e la  Protezione Civile.

Era importante arrivare a questo primo traguardo del 2018 in quanto il mezzo polivalente sostituisce l’automedica “portoazzurro7” andata in “pensione” per “anzianità” e per i numerosi chilometri effettuati dal 2002 ad oggi.

Porto Azurro 13 entra nel parco macchine della Pubblica Assistenza Porto Azzurro e aiuterà dividendosi il kilometraggio giornaliero dei numerosi servizi, con il pulmino Doblò Sociale e la Fiat Punto.

Ancora una soddisfazione per tutti e per il Presidente Giovanni Aragona che rivolgendosi ai tutti gli Amici della Pubblica Assistenza sottolinea l’importanza dell’acquisto. “…Quando vi chiediamo di partecipare al Tesseramento, alle nostre Raccolte finanziarie, alla scelta del 5×1000 per la nostra associazione, ……ecco i risultati… Diventare Soci della Pubblica Assistenza Porto Azzurro è importante per Porto Azzurro e per l’Isola d’Elba…”

Informazioni per ogni Trasporto Sociale al tel. 0565-920202 attivo 24 ore su 24.

 

Un Bilancio 2017 positivo

Bilancio 2017 positivo per la Pubblica Assistenza Porto Azzurro

Con l’inizio del nuovo anno si discute del Bilancio 2017. Anche la Pubblica Assistenza Porto Azzurro, una delle principali associazioni di volontariato elbane, impegnate nel sanitario 118, nel Sociale, nella donazione del Sangue e Protezione Civile, ha redatto il Rendiconto di attività 2017.

Lo ha approvato il Consiglio Direttivo nella seduta scorsa dove il Presidente Giovanni Aragona, ha illustrato il percorso annuale con le varie iniziative a garanzia dei servizi in collaborazione con la Asl Toscana Nord Ovest, il Comune di Porto Azzurro,  e i  numerosi servizi ai Soci.

Sono proprio i trasporti per i Soci che sono aumentati, anche per fuori Elba, segno che tante visite e trattamenti non vengono più garantite dal servizio Sanitario Regionale, con notevoli spese aggiuntive per pazienti e cittadini elbani.

L’impegno dei volontari a garantire l’emergenza è stato indispensabile; coprire turni 12 ore al giorno per tutto l’anno giorno e notte,  è difficile soprattutto perchè il nuovo sistema di emergenza 118 può chiamare l’ambulanza disponibile non solo per Porto Azzurro, ma anche per le varie zone dell’Isola d’Elba. Ecco quindi che durante il giorno e soprattutto la notte si parte per Capoliveri, Portoferraio, Lacona, Rio , ed è capitato anche a Campo nell’Elba. “…Una situazione che deve cambiare, commenta il Presidente Aragona, in quanto le associazioni per la loro disponibilità e organizzazione non ricevono alcun contributo fisso, ma solo per servizio effettuato con rimborsi che risalgono al 2008/2010…”.

Ci si aspetta dalla Regione Toscana e dalla Direzione della Asl Toscana Nord Ovest l’attivazione quanto prima dei famosi PET StandBy che permetteranno al 118 di avere ambulanze sempre disponibili per convenzione e alle associazioni almeno un contributo sicuro per far fronte alle principali spese di gestione.

Malgrado le difficoltà operative, per la Pubblica Assistenza Porto Azzurro i servizi da effettuarsi sono stati coperti sia nel settore 118 che nel Sociale.

Anche nel settore della Donazione del Sangue come Gruppo ANPAS, insieme alla Pubblica Assistenza Capoliveri e la Pubblica Assistenza di Rio Marina si sono accentuate nuove donazioni di sangue e di plasma.

Numerose anche le assistenze con ambulanza e mezzi mobili in occasione di manifestazioni pubbliche e gare agonistiche che per legge devono indicare e garantire sicurezza per eventuali emergenze.

Tutta una attività organizzata giorno per giorno per tutto l’anno che malgrado tutto,  ci ha permesso di chiudere il R.E.F.A. Rendiconto Economico Finanziario annuale con un attivo di circa 25mila Euro che saranno reinvestiti nell’attivà 2018, tra cui si registra un acquisto immediato di un mezzo per il Trasporto polivalente per il Sociale e la Protezione Civile.

Un Grazie da parte del Presidente Giovanni Aragona ai volontari, ai dipendenti e a tutti coloro Soci e non, che ci sono stati vicini in questo ultimo anno, e un Buon Lavoro per il 2018 per offrire ancora sicurezza e aiuto alla popolazione dell’Isola d’Elba e ai suoi turisti.

Ufficio stampa Pubblica Assistenza PortoAzzurro

Un Concorso ANPAS per la donazione del Sangue

donatori sangue anpas

Un Concorso ANPAS per giovani “registi” in favore della donazione del Sangue.

L’ANPAS Toscana che riunisce le Pubbliche Assistenze Toscane nella Regione Toscana, al fine di una maggiore diffusione della cultura per la Donazione del Sangue, organizza il ” Dai Sangue Day “, evento finalizzato per valorizzare e far conoscere alla popolazione l’importanza della Donazione del Sangue.

La sede regionale delle Pubbliche Assistenze ha deciso quest’anno di rivolgersi ai giovani dai 18 ai 30 anni, ritenendo gli stessi fondamentali per garantire il ricambio generazionale dei donatori di sangue.

L’evento prevede un Concorso rivolto agli autori,  giovani dai 18 ai 30 anni,  di brevi video realizati con lo scopo di raccontare l’importanza della donazione del sangue.             I video potranno essere realizzato da una sola persona o da gruppi.

I video saranno valutati da una giuria scelta da Anpas, composta da due esperti di comunicazione ed un rappresentante di Anpas Toscana, il giudizio della giuria è insindacabile. I video saranno valutati in base alla qualità, l’originalità e l’attinenza al tema dato.

Gli autori e i produttori rispondono del contenuto delle proprie opere e dichiarano, con l’iscrizione, di avere adempiuto ogni obbligo nei confronti di terzi derivante da diritti d’autore, anche relativamente alla musica utilizzata.

I video dovrano avere una durata minima di 30 secondi e massima di 1 minuto.

La candidatura è subordinata alla compilazione della scheda d’iscrizione online presente sul sito www.anpastoscana.it

I video dovranno essere caricati nella  piattaforme video “Youtube” con link privato ed eventuale password da indicare sulla scheda d’iscrizione. I video dovranno essere in formato  MPEG-4.

Le domande di iscrizione dovranno essere inviate entro le ore 12:00 del  20/02/2018 all’indirizzo:  donazionesangue@anpastocana.it .

 Premiazioni

Le premiazioni saranno svolte durante il  “Dai Sangue Day” il 10/03/2018, presso la sede di Anpas Toscana a Firenze.

A tutti i partecipanti sarà donata la maglietta dell’evento.

Saranno premiati i primi tre video:

3° premio targa ricordo e premio in denaro di euro 300,00

2° premio targa ricordo e premio in denaro di euro 500,00

1° premio targa ricordo  e premio in denaro di euro 700,00

I primi tre video saranno visibili sul sito di Anpas Toscana  e presentati all’assessore alla Sanità della Regione Toscana, qualora venissero ritenuti interessanti potranno essere inseriti sul sito della Regione.

Maggiori informazioni presso i Gruppi Donatori Sangue ANPAS delle Pubbliche Assistenze toscane e all’Isola d’Elba presso la Pubblica Assistenza Porto Azzurro tel. 0565-920202, Pubblica Assistenza Capoliveri tel. 0565-967070, e Pubblica Assistenza di Rio Marina tel. 0565-962517.

Informazioni per tutta la toscana al link:  Pubbliche Assistenze Toscane donazione Sangue ANPAS