Intervento del telesoccorso

PORTO AZZURRO — 07/02/2002- Il tempestivo intervento di assistenza attivato con il «pulsantino rosso» che nei giorni scorsi ha permesso di salvare la vita ad una nonnina di Rio nell’Elba ha messo in risalto ancora una volta l’importanza e, soprattutto, l’efficacia del «Telesoccorso». Un servizio che all’Elba viene garantito con competenza e disponibilità dai volontari dalla Pubblica Assistenza di Porto Azzurro, ma che incredibilmente è operativo solo nei comuni di Porto Azzurro e Rio nell’Elba perché le altre amministrazioni locali sembrano non interessate alla sua attivazione.
«Ancora una volta — dice il presidente della pubblica assistenza portoazzurrina Giovanni Aragona — “Elba Telesoccorso” ha dimostrato di essere insostituibile di fronte a questi casi di emergenza sanitaria, quando le persone, spesso anziani e disabili, sono costrette a rimanere a lungo da sole. E’ da due anni che proponiamo ai sindaci di tutta l’Elba di attivare il servizio, ma fino ad oggi non abbiamo ricevuto alcuna risposta». A spezzare una lancia in favore di «Elba Telesoccorso» è anche l’assessore alla sanità riese Riccardo Conticelli. «Ci auguriamo — afferma — che quanto recentemente accaduto riesca a far superare le ultime remore alle altre municipalità elbane perché tutti gli anziani e le persone con problemi di isolamento possano usufruire del servizio».

Share

Potrebbero interessarti anche...