Parte il PET emergenza

PORTO AZZURRO.16/06/2001. Parte oggi il servizio di emergenza con ambulanze 118 e medico a bordo nel versante occidentale dell’isola, con un punto territoriale organizzato dalla Pubblica assistenza di Campo nell’Elba e, nel versante orientale, con due postazioni garantite dalle Pubbliche assistenze di Porto Azzurro e di Capoliveri. Con queste integrazioni (oltre al punto di emergenza 24 ore su 24, a Portoferraio) l’emergenza dell’Elba è pronta ad affrontare la stagione estiva, grazie alle organizzazioni di volontariato che mettono a disposizione i loro volontari per garantire il servizio.
La Pubblica assistenza di Campo gestirà il servizio, tutti i giorni dalle 8 alle 20, metre, con lo stesso orario, ma a giorni alterni, le Pubbliche assistenze di Porto Azzurro e di Capoliveri offriranno il servizio per il versante orientale.
La Pubblica assistenza di Porto Azzurro ha avviato il progetto «Estate sicura», che prevede la collaborazione di soccorritori provenienti dalle altre Pubbliche assistenze della Toscana, a garanzia dei servizi di emergenze gravi, numerose nel periodo estivo. Quest’anno l’associazione portoazzurrina ha scelto di diminuire il numero di soccoritori esterni, per dare spazio ai volontari locali e preferendo una maggiore qualificazione del servizio, inserendo nel proprio organico soccorritori e infermieri volontari, che affiancheranno il medico 118 messo a disposizione dalla Asl dell’isola.
Attivo il nuovo sito Internet dell’associazione: www.portoazzurro.it, che oltre a illustrare l’attività svolta dall’associazione, presenta, aggiornate in tempo reale, le iniziative in programma. «È un nuovo modo di qualificare il servizio verso i cittadini – commenta Giovanni Aragona, presidente della Pubblica assistenza di Porto Azzurro – un esempio pratico nei confronti dei nostri soccorritori che sono motivati a esprimere i meglio di loro stessi, consapevoli di contribuire per salvare vite umane. Un’immagine, ma soprattutto una realtà organizzativa del nostro volontariato che deve essere sempre più riconosciuta e sostenuta dall’opinione pubblica, autorità ed Enti».

Share

Potrebbero interessarti anche...